Giorno Extra: Uova Rosse per il Vecchio Carnevale Blogghereccio

Mi spiace signori, questo non è il  Giorno Due, e se vi siete aspettati tanta velocità e costanza da me...allora mi sentirei lusingato di apparire così costante, e allo stesso tempo sopravvalutato.

Coomunque..

Scherzi a parte, buona pasqua a tutti quelli che staranno leggendo sto post dopo aver aperto una taverna nello stomaco per tutto il cibo che è rimasto li, ancora non digerito.

E perchè non coronare sta giornata con una bella idea grezza di dungeon e avventura per un gioco OSR, come partecipazione al Vecchio Carnevale Blogghereccio? (se non avete idea di cosa sto parlando, muovete le dita pigre su mouse e tastiera)

Si, avete letto bene: Idea Grezza. Non sviluppata, non allungata e dettagliata...letteralmente è ciò che mi è passato in testa quando mi sono svegliato alle 9.12 e stavo seduto sul water.

Quindi, lo sviluppo sta a voi: fate come meglio credete, dettagliatela quanto vi pare. Io l'idea l'ho data, mo tocca a voi!
Del resto, l'avevo detto: questo è un blog fatto di post scritti di getto e senza ordine, logica e dettaglio.

Sorpresa....

LE LEPRI DEL KALAHAR

Che bel posto pittoresco vero? Be', ho una brutta notizia....

Vediamo chi trova la reference del titolo di tutta sta idea da wc?

Descrizione del borgo.

Karahal è un borgo posto su un lembo di terra, tra due fiumi e due ponti. Più in generale, si trova in un avvallamento fertile, tra due catene montuose. Per l’aspetto degli edifici e dei vestiti, potete immaginarvi un mix tra il 1600 e i primi anni del 1800, con qualche tocco dell’Est Europa. E’ un posto isolato, di cui si sa poco e da cui sanno poco. Un granello di terra libera da qualsiasi legge di regni, congreghe, o altro.

 

Gli avventurieri, quando arrivano, noteranno che è giorno di festa: il Primo Giorno della Lepre Rossa! Festività in onore della fortuna, della ricchezza e della fertilità, che dura nove giorni. Di base viene offerta un'ospitalità più che degna, fatta di cibo cucinato con cura, posti comodi dove dormire e...compagnia per la notte: essendo la fertilità parte della festa, le donne del borgo sono più che disponibili a giacere con membri di altre famiglie, o forestieri ospitati.

Alcuni luoghi degni di nota sono:

 

-       La Grande Sala dei Cieli: un grande gazebo che occupa un grande spiazzo nel borgo. I riti, le attività festive, i processi e le decisioni di grande portata vengono fatte qui.

-       L’Orfanotrofio:  Dalle dimensioni non si allontana molto da un condominio. Grande, in legno e apparentemente malconcio, ma ancora solido. Il direttore morì cinque anni fa di una malattia sconosciuta, scomparendo alla vista di tutti. I bambini avevano quindi preso possesso dell'orfanotrofio: si fidano a far entrare solo i personaggi, per loro stranieri, e la loro "Maestra", una donna che li controlla e li accudisce. Racconteranno di strane visite avvenute ogni anno, proprio dopo questa festa, gente strana che vedevano solo in penombra, da dietro le finestre....

-       La Falegnameria e la Fucina: vicinissime tra loro per il semplice fatto che a gestirle sono due fratelli. Oltre a creazioni per la festa, si noteranno che ci sono molte lance e molti archi fabbricati di fresco. A detta loro, è per rifornire i cacciatori.

 

Ma c'è qualcosa di ben più succulento per i nostri tombaroli, una sorta di sfida per chi vuole osare e guadagnare di più da questa festa:

Su un piccolo colle vicino c'è una vecchia chiesa abbandonata e diroccata, fatta quasi interamente di pietra. Sotto la struttura è stato scoperto un primo strato di intricati tunnel a grandezza d'uomo.

 A quanto pare, avanzando in essi, è possibile incappare in quello che è un vero e proprio complesso sotterraneo. E c'è chi dice di esserci entrato e aver trovato uova di lepre, ma di color rosso accesissimo. A detta degli abitanti, non sono stati trovati mostri pericolosi [Citazione Necessaria]

I PG quindi saranno invitati, da buona ospitalità, ad entrarvi, esplorare, arricchirsi e soprattutto recuperare almeno un uovo rosso. In tal caso si sarà considerati i Re della Festa, con benefici materiali dalla cosa. Oltre ai soldi e ad un po’ di fama, alcune potrebbero proporre la propria mano in matrimonio.

La Tana della Rossa Lepre.

A circondare i piani del dungeon c'è appunto una rete di tunnel, fatta di uno principale, che fa da guscio d'uovo a tutta la struttura, facendo il giro, e alcune diramazioni. In questi tunnel si potranno trovare micro caverne che sembrano una tana, spoglie di gente morta eh....conigli carnivori?


Tanti, zannuti, incazzati e affamati...Consiglio, attenti ai dentini..

Dai tunnel si potrà sbucare in uno dei vari piani/livelli. Potete crearli e allestirli a vostro piacimento, ma ci sarà una cosa in comune tra loro: Si potranno trovare in giro umani antropomorfi, con fattezze di coniglio e qualche altro animale erbivoro, esseri ostili ma non idioti.

Questi comunicano sui muri attraverso graffiti decifrabili, sia per organizzarsi sia per raccontare storie. Ed una di queste storie sembra molto particolare:

A quanto pare esistono alcune divinità reiette, che furono costrette a creare le forme di vita più docili e basse, e per questo hanno deciso di mandare a quel paese i loro superiori e di rompere la catena alimentare e la natura, creando queste aberrazioni animalesche. In questo caso c'è una vera e propria Dea Coniglio.

Una nota sul villaggio: se si ritorna periodicamente dal dungeon, dopo ogni spedizione (senza aver recuperato le uova e ancora entro i nove giorni di festa), e si racconta di cosa si è visto, la gente non ci crederà...tranne i bambini dell’orfanotrofio, che ci crederanno fermamente.

Inoltre, dall'arrivo del party, se un personaggio resta sveglio, può tentare di scoprire che fanno gli abitanti di notte: c'è una squadra armata che fa ronde in ogni casa, e tutti sembrano osservare bene le fattezze degli altri…
Oh, e quando tornate, sarà meglio dare un occhiata a quella tabella in fondo...tenetevi pronti, non si sa mai.

Tornando alla tana, sperando che i nostri tombaroli non siano fuggiti per la pazzia.

Al piano che sta poco sotto al centro della struttura, il più importante, ci saranno le uova rosse. E a proteggerle, l'apoteosi della lepre antropomorfa: artigli lunghi e affilati, coda... e dentellata? E ad accompagnarlo ci saranno alcuni umani antropomorfi che sono anche chierici malvagi?

Beh, Sorpresa.


Il papà collettivo della Tana. Immaginate anche una coda affilata e bella lunga..

le Lepri Antropomorfe: quando non sono arrabbiate magari sembrano cucciolose...



Sorpresa! Benvenuti nel borgo della Paranoia!

Quando verrà recuperato almeno un uovo rosso, sarà il giorno in cui si verrà dichiarati i Re della Festa. Ma gli sarà intimato che bisognerà ripartire il mattino del giorno dopo.

E quel giorno dopo, i cacciatori corrono e avvertono il capo di tutto il borgo: le Lepri stanno arrivando...

 

Il villaggio è stato bugiardo fino all'osso: tempo addietro la prima volta che qualcuno prese un uovo rosso, attirò una mandria di Lepri antropomorfe a cavallo, creando una strage di concittadini. L’uovo fu riportato al suo posto, e venne stabilito un patto, obbligato dalle Lepri: ogni anno si sarebbe svolta la festa, e qualcuno sarebbe andato a recuperare l'uovo. Se lo si fosse tenuto, nel borgo o meno, le Lepri avrebbero cavalcato, ucciso i portatori e bruciato ogni cosa che si sarebbe messa in mezzo tra loro. Solo le città erano posto di riparo, dove le Lepri non entravano. Ma appena si fosse messo un piede fuori, nella natura selvaggia, le Lepri avrebbero cavalcato.

E non è tutto: sembra che l'essere morsi dalle lepri carnivori dei tunnel possa portare a una malattia che trasforma le persone in esseri antropomorfi e aggressivi... gli abitanti intensificheranno le ronde, iniziando anche a fare retate dei sospetti, forse esecuzioni in pubblica piazza. Sono tutti paranoici e disperati.

Tra tre giorni le Lepri cavalcheranno su Kalahar. Se la gente cerca rifugio nel grande edificio dell'orfanotrofio...i bambini cercheranno di ammazzare coloro che cercano di entrare, con bastoni, archi rubati e lancie rudimentali: salveranno solo la loro Maestra, e forse anche i personaggi se sono riusciti a guadagnarsi la fiducia degli orfanelli.

L’ospitalità si è infranta, e la festa si è trasformata in una paranoia e violenza collettiva. Nessuno vuole morire per mano delle Lepri.

Gli Avventurieri ora devono scegliere: abbandonare il villaggio e l'uovo, lasciandoli al loro destino? Portarsi l'uovo e fuggire, ma attirandosi contro un orda? Oppure combattere insieme al villaggio?
E che cosa contiene davvero quell’uovo rosso?

Ecco le domande a cui darete voi la risposta.




No, non è ancora finita? Che idea sarebbe senza una ...
TABELLA CASUALE?

"Se venite morsi da un coniglio carnivoro, e avete fallito il Tiro Salvezza, tirate 1d3 volte nella Tabella dello Stadio Lieve. Una volta comparsi tutti i sintomi, tirare sempre 1d3 volte nella tabella dello Stadio Avanzato.

Per evitare che la malattia peggiori, non potrete certo rivolgervi al borgo, ma qualcuno dice che forse, oltre il fiume ad ovest, lungo un tratto di fattorie abbandonate, potrebbe esserci un vecchio Nano che ne sa qualcosa...potrebbe aiutarvi, ma attenti: è schizzinoso quando si parla di offerte."

STADIO LIEVE (Comparsa entro ventiquattrore)
1d6
1 - Voglia di mangiare piatti vegetali
2 - Udito fine, anche se si era sordi
3 - Naso ipersensible
4 - Unghie affilate
5 - Segni sotto gli occhi
6 - Labbro Leporino

STADIO AVANZATO (Comparsa entro due giorni)
1d4
1 - Crescita delle orecchie (le prove di percepire rumori col d6 sono facilitate)
2 - Malformazione delle gambe (addio stivali, ma hei! Puoi correre velocemente e fare grandi balzi!)
3 - Malformazione delle mani e crescita degli artigli (non puoi usare armi a distanza, le armi da mischia solo quelle a una mano. Ma hei, artigli affilati!)
4 - Mente condivisa (puoi percepire frammenti di pensiero dagli altri antropomorfi...chi lo avrebbe mai detto!)




Commenti

Post popolari in questo blog

Giorno 1: Sicuri che non ho sbagliato porta?